Elon Musk si è assicurato 46,5 miliardi di finanziamenti per comprare Twitter

Elon Musk si è assicurato 46,5 miliardi di finanziamenti per comprare Twitter

Elon Musk si è assicurato i 46,5 miliardi di finanziamenti necessari per comprare Twitter. Da quanto emerge dai nuovi documenti inviati alla Sec, l’autorità garante del mercato statunitense, 25,5 miliardi di dollari arriverebbero da un prestito di Morgan Stanley e da altre banche, mentre 21 li metterebbe di tasca propria. Più dei 10-15 miliardi messi in conto all’inzio dall’amministratore delegato di Tesla.

I documenti confermano la volontà di Musk di diventare l’unico proprietario del social. L’imprenditore possiede già il 9,1% di Twitter per un controvalore pari a 2,9 miliardi di dollari.

Dalle carte emerge inoltre che Twitter al momento non ha ancora risposto formalemnte alla proposta di Musk, il quale però si è detto “pronto a iniziare un negoziato immediatamente”.

Musk il 14 aprile scorso ha rivelato le sue intenzioni di comprare Twitter offrendo 43 miliardi di dollari, 54,2 dollari per azione. Un prezzo ritenuto giusto dai consulenti finanziari del social.

Ma la mossa dell’imprenditore non ha entusiasmato il consiglio di amministrazione della società che pochi giorni dopo ha deciso di adottare la ‘poison pill’, un’opzione che comporta la vendita a sconto di azioni agli altri soci se un azionista supera il 15% del capitale dell’azienda.

Secondo quanto emerso nei giorni scorsi da persone vicine alla società, il cda di Twitter sarebbe intenzionato a rifiutare l’offerta ritenendola troppo bassa. Tuttavia gli impegni bancari ottenuti da Musk potrebbe rendere più propenso il board ad avviare una trattativa.

Musk il giorno in cui ha scoperto le carte ha definito la sua proposta d’acquisto “la migliore possibile, ma anche l’ultima”, pur lasciando uno spiraglio aperto al confronto. Twitter invece prende tempo e in una nota conferma di aver ricevuto l’offerta e che la sottoporrà a una revisione “attenta e ampia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *