Bose Quietcomfort Earbuds, auricolari bluetooth dal suono compatto e avvolgente

Bose Quietcomfort Earbuds, auricolari bluetooth dal suono compatto e avvolgente

Ci sono dei dispositivi che quando si affacciano sul mercato hanno il potere di ridefinire lo standard di un segmento, alzando l’asticella della qualità. E’ il caso delle nuove cuffie auricolari bluetooth di Bose, le Quietcomfort Earbuds. Il colosso americano si è preso tutto il tempo necessario – arrivando ben dopo i big dell’informatica – per sfornare questo prodotto. Ma il risultato finale non smentisce quello che da sempre è il tratto distintivo della casa, ovvero la capacità di regalare un suono potente ed equilibrato grazie soprattutto alla sua tecnologia di riduzione del rumore, che definisce come “la più efficace al mondo”.


Ma vediamole da vicino, queste Bose Quietcomfort Earbuds, che lanciano la sfida ai prodotti di punta di Apple, Samsung, Sennheiser e Google già presenti sul mercato. Il suono, dicevamo, non può essere certo una sorpresa quando si parla di Bose. Siamo a livelli di eccellenza, e questo lo si sapeva. Ma alla prova il risultato stupisce lo stesso. Alla base c’è ovviamente il sistema di riduzione del rumore, l’Acoustic Noise Cancelling. Grazie a questo meccanismo che fabbrica il silenzio in tempo reale praticamente nasce un audio compatto e avvolgente, potente nei bassi e definito nei medi e negli alti. Per altro anche a basso volume.
Sulle Bose Quietcomfort Earbuds i progettisti dell’azienda americana hanno fatto un ottimo lavoro combinando soluzioni proprietarie per la riduzione del rumore attiva e passiva: i microfoni interni ed esterni monitorano i suoni nell’ambiente e nel canale uditivo e, in una frazione di millisecondo, producono un segnale opposto per eliminare i rumori indesiderati. Per poter ascoltare la musica in ogni sua sfumatura. Al punto che ci si domanda se davvero stiamo indossando delle earbuds (con il beccuccio in morbido silicone studiato per adattarsi al meglio alla forma del nostro orecchio) e non delle classiche over-ear.  Dicevamo del suono equilibrato anche a basso volume, ovvero quando tendenzialmente i bassi spariscono e il suono si fa metallico. Qui entra in gioco la tecnologia Bose Volume-Optimized Active EQ, che aumenta automaticamente i bassi e gli alti in modo che la musica, i video e le voci che l’utente ascolta rimangano costantemente bilanciati.


Ad aiutarci poi nella personalizzazione delle Quietcomfort Earbuds c’è l’app Bose Music (disponibile per Android e iOS) che ci permette ad esempio di decidere il livello di cancellazione del rumore in una scala che va da 0 a 10 a seconda dell’ambiente nel quale ci troviamo, o anche – cosa molto importante – impostare il livello della nostra voce. Voce che quando telefoniamo o interagiamo con l’assistente vocale viene rilevata dai microfoni sull’auricolare destro che subito si attivano per cancellare la maggior parte dei suoni circostanti. E’ proprio l’auricolare destro che, nel caso, può essere utilizzato da solo per chiamate e audio.

Cosa possiamo fare con i comandi touch? Quasi tutto, diciamo così. Toccando a lungo l’auricolare sinistro possiamo scegliere se conoscere lo stato della batteria (fino a sei ore di autonomia, con ricarica wireless della custodia) oppure passare al brano successivo. Con due tocchi si passa tra i tre livelli “preferiti” di cancellazione del rumore, che sono sono 10, 5 e zero. per riprodurre o mettere in pausa l’audio basta toccare due volte l’auricolare destro così come per rispondere alla telefonata. Toccare e tenere premuto sempre quello destro per attivare l’assistente vocale, che sia Google Assistant o Siri di Apple, oppure rifiutare la telefonata in arrivo. Cosa manca. Non è possibile, ad esempio, tornare al brano precedente e, soprattutto, non c’è la possibile di regolare il volume sfiorando un auricolare come avviene con altri dispositivi. Nulla che non si possa attivare con un aggiornamento del firmware, che però al momento non c’è. Il volume lo si può regolare con l’assistente vocale, è chiaro, ma si tratta di fare qualche passaggio in più.


Le Bose Quietcomfort Earbuds hanno un’ottima portabilità garantita dalla perfetta aderenza all’orecchio e, grazie alla resistenza al sudore e agli agenti atmosferici (sono certificate IPX4), possiamo considerarle ideali anche per fare sport. Ottima anche la connessione bluetooth che si stabilisce con estrema facilità con il dispositivo a cui le accoppiamo e si mantiene efficiente sino a 9 metri da esso. Ci sono – e funzionano assai bene – i microsensori capaci di si accorgersi quando togliamo anche un solo auricolare e fermano la musica che in quel momento stiamo ascoltando.


La custodia è decisamente più grande rispetto ai concorrenti, va detto. Forse a qualcuno potrebbe risultate un po’ ingombrante, ma ha dalla sua anche una ricarica complessiva di 12 ore di autonomia, compresa quella rapida che ci consente di ridare due ore di vita in più alle nostre Earbuds in appena 15 minuti. Non male. La custodia stessa si ricarica in modo wireless – è compatibile con tutte le basette certificate Qi e ha anche la connessione USB tipo C per ricaricare da ogni fonte di alimentazione. Infine il prezzo: 279 euro, altino, che le colloca nella fascia top del suo segmento. Ma queste sono Bose e il loro suono ce lo ricorda ogni volta che le ascoltiamo.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *